SOS STIPSI. Un fastidio molto comune risolvibile con semplici rimedi naturali.

Ciao a tutte,

oggi dedichiamo un approfondimento particolare ad un problema molto comune specialmente tra noi donne, che ci rende insicure e spesso genera disagio.
Per capire quanto il problema sia diffuso, ecco alcune cifre: in Italia sono circa 13 milioni le persone che lottano costantemente con questo “disturbo”, e tra queste ben 9 milioni sono donne.
Ma cosa genera l’insorgere del problema, e perché le donne sono soggetti più a rischio? Be’ purtroppo la risposta alla seconda domanda è quasi prettamente fisiologica, correlata alla nostra conformazione e alle variazioni ormonali a cui siamo costantemente sottoposte.

Per quanto riguarda le cause invece, esse possono essere riconducibili al nostro stile di vita sregolato ed in questo caso possiamo aiutarci con dei facili rimedi, oppure possono essere correlate a specifiche patologie (e quindi indipendenti dalla nostra volontà).
Nel post odierno ci focalizzeremo sulla prima categoria ed una volta identificate le cause, andremo ad analizzare come porvi rimedio in maniera naturale.
I fattori responsabili della stipsi, (esclusi quelli strettamente legati a patologie specifiche ) sono essenzialmente due:

  • Cattive abitudini alimentari
  • Vita sedentaria

La frenetica vita quotidiana ci spinge spesso a saltare i pasti e soprattutto a mangiare male. Dovremmo invece fare molta attenzione a quello che ingeriamo, perché il benessere quotidiano parte proprio da una corretta alimentazione. Fondamentale per alleviare la stitichezza è sicuramente bere tanta, tantissima acqua. L’acqua aiuta le feci a transitare più velocemente nell’intestino e ne facilita l’evacuazione. In questo modo le feci si ammorbidiranno e la defecazione sarà agevolata. Si consiglia dunque l’assunzione di almeno 1,5 litri di acqua al giorno, a cominciare da un bel bicchiere di acqua tiepida al mattino prima della colazione.
Relativamente agli alimenti consigliati, si suggerisce di assumere quotidianamente una corretta dose di cibi ricchi di fibre, come i cereali integrali, la frutta, la verdura e i legumi. Analogamente bisogna ridurre gli alimenti ricchi di scorie: è il caso ad esempio delle carni e degli alimenti proteici in generale. E’ bene sapere che le diete iperproteiche, molto in voga negli ultimi anni, essendo povere di fibre, possono infatti agevolare l’insorgere della stipsi. Altri alimenti nemici dell’intestino sono tutti quelli raffinati, lavorati e secchi (pasta e cereali raffinati, insaccati e snack).
Un valido aiutante nella lotta alla stitichezza è l’olio extravergine d’oliva, che usato a crudo per condire gli alimenti, è un alleato dell’intestino in quanto facilita il transito intestinale. La stessa proprietà è presente nei semi di lino, anch’essi consigliatissimi per combattere l’intestino pigro.
Dopo questa veloce carrellata sulle tipologie di alimenti è bene fare un’ulteriore precisazione. Anche mangiare sano potrebbe non bastare. Bisogna, nei limiti del possibile, mangiare con calma, senza fretta, possibilmente seduti e masticando bene gli alimenti, al fine di non ostruire e rendere difficoltosa la digestione.

Lo sport amico dell'intestino

Lo sport aiuta l’intestino pigro

Se l’abitudine di “correre” a tavola è molto diffusa, non altrettanto lo è la corsa nel vero senso della parola. Una regolare attività fisica, oltre ad essere alla base del benessere di ciascuno di noi, garantisce anche un aiutino all’intestino, che in condizioni di vita sedentaria diventa ancora più pigro. Bisogna invece abituare tutto l’organismo a marciare nella giusta direzione, a partire da un po’ di sano sport.

Speriamo di avervi fornito anche stavolta informazioni interessanti e utili e soprattutto ci auguriamo che nel malaugurato caso di stipsi, proviate ad utilizzare i nostri consigli,  prima di ricorrere a potenti armi chimiche.

A presto

One Response

  1. teresa

Leave a Reply