Capelli: cause delle doppie punte, come curarle senza tagliare i capelli e come prevenirle

Alzi la mano chi non detesta le doppie punte! Antiestetiche, secche e difficili da trattare; un vero e proprio incubo, soprattutto per le fanatiche dei capelli lunghi. La situazione diventa ancora meno piacevole quando siamo costrette a recarci dalla parrucchiera per “spuntare un po’ le doppie punte” per poi ritrovarci con un taglio decisamente troppo corto che proprio non ci piace. È davvero necessario tagliare i capelli per liberarsi delle doppie punte? Oppure esistono dei rimedi di “emergenza” che possono salvare i nostri adorati capelli senza condannarli alle forbici? Nel corso di questo articolo risponderemo a queste ed altre domande riguardanti appunto le doppie punte e scopriremo assieme quali siano le cause di questo problema dei capelli e come fare per prevenirne l’insorgenza una volta per tutte.

Curare le doppie punte senza tagliare i capelli: ecco come fare

Le doppie punte hanno una terminologia tecnica: tricoptilosi. Si tratta di una alterazione del capello che tende a terminare in maniera biforcuta e talvolta, con anche tre o quattro punte. Per eliminare questo problema senza dover ricorrere ad un taglio di capelli drastico bisogna ovviamente utilizzare dei determinati prodotti appositi.

Questi prodotti infatti sono stati creati appositamente per ristrutturare e riparare le fratture del capello in quanto contengono soprattutto cheratina (una proteina presente all’interno dei nostri capelli),  vitamine, altri tipi di proteine e sali minerali. Questi prodotti (solitamente professionali) si trovano sottoforma di maschere ed impacchi e si possono reperire facilmente in qualsivoglia negozio di articoli per parrucchieri.

Se invece desiderate applicare sui vostri capelli alcuni prodotti naturali al cento per cento, vi consigliamo un semplice impacco all’olio di cocco: bagnare i capelli non ancora lavati, tamponarli con un asciugamano e ricoprirne l’intera lunghezza (evitando la cute) con un bel po’ di olio di cocco naturale al cento per cento. Lasciare i l’impacco sui capelli per almeno qualche ora (o addirittura per tutta la notte!) e poi lavarli come di consueto, magari con uno shampoo non troppo aggressivo. Noterete dei miglioramenti a partire dalla prima applicazione. Altri impacchi naturali che ristrutturano il capelli sono quelli a base di olio di oliva, miele ed uovo e quella a base di olio di mandorla, banana e uovo (le dosi dei vari “ingredienti” dipendono dalla lunghezza del capello). Ma quali sono le cause delle doppie punte? Come possiamo prevenirle?

Doppie punte: ecco le cause principali e come prevenirle

Tra le cause principali delle doppie punte troviamo senza dubbio le temperature alte. Phon, piastre, arricciacapelli e tutti gli altri attrezzi per la messa in piega infatti tendono ad avere temperature troppo alte per il capello ed in questo modo, lo danneggiano. Per questo motivo sarebbe opportuno selezionare una temperatura non troppo alta (massimo 170 gradi) ed applicare sui capelli umidi un termo protettore prima di procedere con l’asciugatura, questo step potrebbe fare la differenza.

Sarebbe quindi opportuno limitare l’utilizzo di questi attrezzi ed utilizzare in phon non troppo vicino alla testa in modo da limitarne i danni.  Atre cause delle doppie punte potrebbero essere i lavaggi troppo frequenti specie se con prodotti troppo aggressivi, trattamenti chimici aggressivi, decolorazioni, tinte, lisciaggi e permanenti. Anche l’ultilizzo della spazzola sbagliata è in grado di causare l’insorgenza delle doppie punte, evitare setole troppo dure e non strofinate i capelli con l’asciugamano quando sono ancora bagnati. Via libera a maschere ristrutturanti, impacchi, oli ed integratori per capelli.

 

 

 

Leave a Reply